DALL'ANALOGICO AL DIGITALE

III. STRUMENTI MUSICALI ELETTRONICI
III.2.2. Generatori di Rumore

III.2.2. GENERATORI DI RUMORE

Il generatore di rumore ha delle caratteristiche particolari in quanto non produce una determinata forma d'onda, ma una tensione alternata i cui valori di ampiezza momentanei sono assolutamente casuali.

Graficamente il rumore appare come una fascia piena di linee raffiguranti tutte le onde che lo compongono.

Rappresentazione grafica del rumore
L'ampiezza del rumore si misura in vpp (volt picco picco), e viene considerata nel suo valore medio.

Quando il rumore e' caratterizzato da una distribuzione media uniforme dell'energia lungo l'intera gamma delle frequenze (da 20 Hz a 20 kHz) siamo in presenza del "rumore bianco" (white noise).

ascolta il rumore bianco

Se si riduce l'ampiezza delle componenti acute filtrandole otterremo un rumore "colorato" o "rumore rosa" (pink noise).

ascolta il rumore rosa

Se filtriamo drasticamente un rumore in modo tale da lasciare solo le componenti più' gravi, otterremo una serie di impulsi assolutamente casuali come ampiezza e successione nel tempo.

Questo segnale si chiama "random", e serve a provocare successioni aleatorie di eventi (spostamenti di frequenza, cambi timbrici ecc.)
.

  © Suono Elettronico | 2006 | Tutti i diritti riservati