DALL'ANALOGICO AL DIGITALE

III. STRUMENTI MUSICALI ELETTRONICI
III.3.1. I filtri

III.3. I FILTRI
----------------

III.3.1. Generalità


I filtri sono quelle apparecchiature in grado di modificare il contenuto armonico di un segnale elettrico complesso.

Queste modifiche si esprimono in termini di fasci di frequenze che vengono evidenziate o soppresse a secondo delle caratteristiche del tipo di filtro usato.

A ad esempio con un filtro passa banda si può far passare da un rumore soltanto una determinata banda di frequenze sopprimendo tutte le altre. la fascia di frequenze passanti o banda passante, per alcuni filtri viene delimitata da una sola frequenza, mentre in altri da due, dette frequenze di taglio.

Al di sopra e al disotto di tali frequenze le altre componenti del segnale vengono eliminate, non in maniera netta, ma in modo graduale dipendente dalla "pendenza" della curva di selettività del filtro che varia a seconda del livello qualitativo del filtro stesso.

Secondo il principio di funzionamento i filtri si possono dividere in due grandi categorie:


1) Filtri passivi

2) Filtri attivi


1) I filtri passivi sono quelli che impediscono il passaggio alla banda di frequenze da sopprimere lasciando transitare la banda che dovrà essere udita. il filtro passivo attenua drasticamente il segnale in transito e la linea di divisione tra la banda passante e quella soppressa risulta molto sfumata.

2) I filtri attivi al contrario amplificano la banda da ascoltare in modo che le frequenze non desiderate vengono coperte in ampiezza da quelle enfatizzate.

III.3.2. Classificazione


I filtri si dividono sostanzialmente in quattro categorie:

1) passa alto (high pass)

2) passa basso (low pass)

3) passa banda (band pass)

4) soppressore di banda (band reject)


Il filtro passa alto (fig 9), permette il passaggio di una banda di frequenze al di sopra di una determinata frequenza limite (frequenza di taglio). il taglio del filtro indica la zona della banda di frequenze che divide le due sezioni: frequenze passanti (alte), frequenze tagliate (basse).



Il filtro passa basso (fig 10), permette il passaggio di una banda di frequenze al di sotto di una determinata frequenza limite (frequenza di taglio). il taglio del filtro indica la zona della banda di frequenze che divide le due sezioni: frequenze passanti (basse), frequenze tagliate (alte).


Il passa banda (fig 11), deriva dall'accoppiamento di un passa alto con un passa basso, quindi lascia passare solo una banda ristretta di frequenze che rientrano tra le frequenze di taglio dei due filtri accoppiati.

Il filtro a soppressione di banda (fig 12) e' esattamente il contrario del filtro passa banda, in quanto pur essendo costituito dall'unione di un passa alto con un passa basso, respinge solo una ristretta banda di frequenze lasciando passare tutte le altre.


--------------------
1) Fugazza Felice, Strumenti musicali elettronici e apparecchiature elettroniche per musica, in "Dizionario della musica e dei musicisti", Torino, Utet, 1983.

Frequenze strumenti musicali Diagramma con le frequenze audio prodotte dagli strumenti musicali.

Cliccare sull'immagine per ingrandire la tabella (immagine jpg 2068x1497).

 

  © Suono Elettronico | 2006 | Tutti i diritti riservati