Index Documenti Synth Chitarre Organi Download News
DALL'ANALOGICO AL DIGITALE

I. IL SUONO E I FENOMENI OSCILLATORI
I.1.2. Principali grandezze dell'oscillazione

Le principali grandezze dell'oscillazione sono:

1) la durata,
2) la frequenza,
3) l'ampiezza,
4) la forma,
5) lo smorzamento.

La durata dell'oscillazione e' il tempo t in cui si compie una singola oscillazione. tale tempo si chiama periodo ed e' composto da un momento positivo e uno negativo (fig. 2).



La frequenza di un'oscillazione e' data dal numero di periodi nell'unita' di tempo.

f=1/t Hz

dove: f e' la frequenza, t la durata della singola oscillazione, e 1 l'unita' di tempo di un secondo.
L' unita' di misura della frequenza e' l'hertz, ma in alcuni paesi di origine anglosassone si puo' anche trovare l'indicazione c.p.s. (cicli al secondo).

L'ampiezza dell'oscillazione e' il massimo valore raggiunto dall'oscillazione stessa durante un periodo ed e' determinata dalla quantità di energia impiegata.

La forma dell'oscillazione e' determinata dal numero delle componenti parziali e dal loro rapporto di frequenza, di ampiezza, e di fase. essa si rappresenta in base all'ampiezza e al tempo servendosi di coordinate cartesiane.

Lo smorzamento e' il fenomeno per cui il suono si estingue, ed avviene per cessione d'energia ed attrito tra il sistema oscillante e il mezzo circostante (fig. 3).



La fase e' il punto fisso da cui si misura l'inizio del periodo. non possiamo definire la fase in un suo aspetto ben definito, ma sempre rispetto ad un punto di riferimento (fig4).


Il battimento invece deriva dall'interferenza fra due o piu' onde che si sovrappongono matematicamente, il battimento produce una nuova onda derivata dalla somma algebrica dei rapporti fra le frequenze delle onde battenti.

Le armoniche sono quelle oscillazioni la cui frequenza e' un multiplo intero di quella di una grandezza periodica della stessa specie alla quale sono correlate. ogni armonica viene contraddistinta da un numero intero che indica in che rapporto la sua frequenza sta con quella dell'armonica di frequenza minima detta fondamentale o prima armonica.

Le frequenze delle armoniche stanno fra loro in rapporti esattamente interi, quando parliamo invece di componenti parziali indichiamo con questo termine le singole componenti di un fenomeno complesso che possono anche non essere in relazione armonica tra loro.


  © Suono Elettronico | 2006 | Tutti i diritti riservati